Don Giovanni/Atto Secondo/Scena quindicesima

Da Wikisource.
../Scena quattordicesima

../Scena sedicesima IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Teatro

Atto Secondo - Scena quattordicesima Atto Secondo - Scena sedicesima

Luogo chiuso in forma di sepolcreto, con diverse statue
equestri, tra le quali quella del Commendatore.
Don Giovanni, poi Leporello.

Don Giovanni (ridendo entra pel muretto)

Ah, ah, ah, questa è buona,
or lasciala cercar; che bella notte!
È più chiara del giorno, sembra fatta
per gir a zonzo a caccia di ragazze.
È tardi?
(guardando l’orologio)
Oh, ancor non sono
due della notte; avrei
voglia un po’di saper come è finito
l’affar tra Leporello e Donna Elvira,
s’egli ha avuto giudizio!

Leporello (Si affaccia al muretto)

Alfin vuole ch’io faccia un precipizio.

Don Giovanni

(È desso.) Oh, Leporello!

Leporello (dal muretto)

Chi mi chiama?

Don Giovanni

Non conosci il padron?

Leporello

Così non conoscessi!

Don Giovanni

Come, birbo?

Leporello

Ah, siete voi? Scusate.

Don Giovanni

Cosa è stato?

Leporello

Per cagion vostra io fui quasi accoppato.

Don Giovanni

Ebben, non era questo
un onore per te?

Leporello

Signor, vel dono.

Don Giovanni

Via, via, vien qua,
Che belle cose ti deggio dir.

Leporello

Ma cosa fate qui?

Don Giovanni

Vien dentro e lo saprai
diverse storielle
che accadute mi son da che partisti,
ti dirò un’altra volta or la più bella
ti vo’solo narrar.

Leporello

Donnesca al certo.
(Rende il cappello e il mantello al padrone e riprende
quelli che aveva cambiati con lui.)

Don Giovanni

C’è dubbio? Una fanciulla,
bella, giovin, galante,
per la strada incontrai; le vado appresso,
la prendo per la man, fuggir mi vuole;
dico poche parole, ella mi piglia,
sai per chi?

Leporello

Non lo so.

Don Giovanni

Per Leporello.

Leporello

Per me?

Don Giovanni

Per te.

Leporello

Va bene.

Don Giovanni

Per la mano
essa allora mi prende.

Leporello

Ancora meglio.

Don Giovanni

M’accarezza, mi abbraccia
Caro il mio Leporello!
Leporello, mio caro! Allor m’accorsi
ch’era qualche tua bella.

Leporello

(Oh maledetto!)

Don Giovanni

Dell’inganno approfitto; non so come
mi riconosce, grida; sento gente,
a fuggire mi metto, e pronto pronto
per quel muretto in questo loco io monto.

Leporello

E mi dite la cosa
con tanta indifferenza?

Don Giovanni

Perché no?

Leporello

Ma se fosse costei stata mia moglie?

Don Giovanni (ridendo forte)

Meglio ancora!

La Statua

Di rider finirai pria dell’aurora!

Don Giovanni

Chi ha parlato?

Leporello (estremamente impaurito)

Ah! qualche anima
sarà dell’altro mondo,
che vi conosce a fondo.

Don Giovanni

Taci, sciocco!
Chi va là?

La Statua

Ribaldo, audace!
Lascia a’ morti la pace!

Leporello (tremando)

Ve l’ho detto!

Don Giovanni

Sarà qualcun di fuori
che si burla di noi!
(con indifferenza e sprezzo)
Ehi, del Commendatore
non è questa la statua? Leggi un poco
quella iscrizion.

Leporello

Scusate...
non ho imparato a leggere
ai raggi della luna.

Don Giovanni

Leggi, dico!

Leporello (leggendo)

Dell’empio che mi trasse al passo
estremo qui attendo la vendetta... Udiste? Io tremo!

Don Giovanni

O vecchio buffonissimo!
Digli che questa sera
l’attendo a cenar meco!

Leporello

Che pazzia ! Ma vi par?... Oh Dei, mirate,
che terribili occhiate - egli ci dà!
Par vivo! Par che senta... E che voglia parlar!

Don Giovanni

Orsù, va là!
O qui t’ammazzo, e poi ti seppellisco!

Leporello

Piano, piano, signore, ora ubbidisco.
O statua gentilissima
Del gran Commendatore...
Padron! Mi trema il core,
Non posso terminar!

Don Giovanni

Finiscila, o nel petto
Ti metto questo acciar!

Leporello

Che impiccio, che capriccio!

Don Giovanni

Che gusto! Che spassetto!

Leporello

Io sentomi gelar!

Don Giovanni

Lo voglio far tremar!

Leporello

O statua gentillissima,
Benchè di marmo siate...
Ah padron mio! Mirate!
Che seguita a guardar!

Don Giovanni

Mori...

Leporello

No, no... attendete!
(alla statua)
Signor, il padron mio...
Badate ben... non io...
Vorria con voi cenar...
Ah che scena è questa!
(la statua china la testa)
Oh ciel! Chinò la testa!

Don Giovanni

Va là, che sei un buffone!

Leporello

Guardate ancor, padrone!

Don Giovanni

E che degg’io guardar?

Leporello e Don Giovanni

Colla marmorea testa,
Ei fa così, così!

Don Giovanni (verso la statua)

Parlate, se potete.
Verrete a cena?

La Statua

Sì!

Don Giovanni

Bizzarra è inver la scena,
Verrà il buon vecchio a cena.
A prepararla andiamo,
Partiamo - via di qua!

Leporello

Mover mi posso appena...
Mi manca, o Dei, la lena...
Per carità... partiamo,
Andiamo via di qua!