Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/186

Da Wikisource.
156 robinson crusoe


risposta: «Facciamolo prima; mi riprometto io che quando sarà fatto, una via o l’altra per gettarlo in acqua la troverò.»

Non poteva immaginarsi un sistema di operare più bislacco, ma il riscaldamento della mia fantasia la vinse e mi posi al lavoro. Atterrai un cedro, che dubito se Salomone abbia mai avuto il simile per fabbricare il suo tempio di Gerusalemme: un albero che alla sua parte inferiore presso del tronco aveva un diametro di cinque piedi ed undici pollici, e all’altezza di ventidue piedi, laddove si assottigliava diramandosi, un diametro di quattro piedi ed undici pollici. Infinita fu la fatica che mi bisognò per abbatterlo: basti il dire che venti giorni impiegai a tagliarlo al piede, e quattordici di più nel