Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/211

Da Wikisource.

robinson crusoe 179


Ci volle un bel pezzo prima che si adattassero a mangiare; ma quando porsi loro un po’ di grano fresco, ciò li sedusse e principiarono a mansuefarsi. Ben vidi allora che se desiderava mangiar carne di capra quando le mie munizioni sarebbero finite, io non aveva altro espediente fuor quello di addimesticarne alcune, con che forse sarei giunto ad averne intorno alla mia casa un armento simile ad una mandra di pecore. Ma giunto a questo caso, mi convenne separare i domestici dai salvatici, altrimenti i primi coll’aumentarsi sarebbero tornati salvatici anch’essi. Per assicurarmi una tale separazione io non aveva altro metodo, se non quello di prepararmi un parco chiuso, ben difeso da una siepe o da una palizzata, affinchè nè i domestici potessero uscirne, nè i salvatici entrarvi.

Era questa una grande impresa per un sol paio di mani; pur vedendo che ciò era d’inevitabile necessità, la mia prima cura fu trovar