Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/232

Da Wikisource.
194 robinson crusoe


pienamente convinto sentiva che mi bisognava tornare di nuovo alla spiaggia, e rivedere l’impronta di quel piede, e misurarla col mio, ed accertarmi che vi fosse tal similitudine o combaciamento, da dedurne che propriamente quel vestigio era stato lasciato da me. Ma primieramente nel recarmi al luogo di questo mio nuovo esperimento potetti da altre osservazioni comprendere, che nel venir via dalla mia piroga io non poteva affatto essere passato per quel punto di spiaggia o in quella vicinanza; in secondo luogo, quando mi feci a misurare quell’impronta col mio piede, trovai questo men largo d’assai dell’impronta medesima. Entrambe le narrate particolarità m’ingombrarono la mente di nuove paure, e diedero tal forte scossa alle mie fibre, che