Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/300

Da Wikisource.
256 robinson crusoe


ma indugiò alcun poco a portarmelo, perchè quell’uccello non essendo morto del tutto svolazzo un bel tratto lontano dal sito ove cadde; ciò non ostante giunse a trovarlo. Mentre aspettava che tornasse con la preda, io, già accortomi dei falsi giudizi fermati da Venerdì intorno allo schioppo, profittai di quest’intervallo per ricaricarlo senza essere veduto da lui per trovarmi lesto al primo tiro che capitasse; ma niun altro se ne presentò lungo la via nel nostro tornare a casa. Arrivato, la sera stessa scorticai il mio capretto e lo feci in quarti meglio che seppi; indi avendo una pentola opportuna all’uopo misi