Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/358

Da Wikisource.
308 robinson crusoe


— Non vi mettete di queste idee, gli risposi. Se Dio avesse mandato ud angelo per soccorrervi, quest’angelo sarebbe in migliori panni e meglio armato che non mi vedete; pure sbandite da voi la paura, sono un uomo, un Inglese disposto ad assistervi: vedete che ho unicamente un servo; ma abbiamo armi e munizione. Sol raccontatene liberamente in che cosa possiamo giovarvi: il caso vostro qual è?

— Il nostro caso, signore, è troppo lungo per poterlo narrare per esteso, finchè i nostri assassini rimangono in tanta vicinanza di noi; ma per dir tutto in poco, io era capitano di quel bastimento là: la mia ciurma mi si ammutinò contro; a stento prevalse il partito di non uccidermi, e finalmente mi hanno lanciato su questa spiaggia abbandonata, in compagnia dei due che vedete: l’un d’essi era il mio aiutante, l’altro un passeggiero. Qui non aspettavamo altro che la morte, perchè credevamo questo luogo disabitato, e tuttavia non sappiamo che cosa pensarne.

— Dove sono adesso, chies’io, que’ cialtroni che v’hanno trattato così?

— Stanno giaciuti là in fondo, e m’accennò con la mano una folta boscaglia. Mi trema il cuore per la paura che v’abbiano veduto o udito parlare; in tal caso non la schiviamo di essere ammazzati tutti.

— Hanno essi armi da fuoco con loro?

— Sol due archibusi, un de’ quali lo lasciarono nello scappavia.

— Va bene, gli dissi allora. Lasciate a me la cura del rimanente. Vedo che sono ancora tutti addormentati, nè vuol essere cosa difficile l’accopparli tutti. Ma non sarebbe meglio se ci limitassimo a farli nostri prigionieri?»

Mi disse come in quella masnada vi fossero due mascalzoni ai quali non era cosa priva di pericolo l’usar compassione; ma quanto agli altri non dubitava, che assicurandosi di loro non si facessero tornare al dovere. Interrogatolo chi fossero i due indegni di misericordia, mi rispose che in quella distanza non li sapeva discernere; ma che, qualunque spedizione io avessi creduto fare, egli si metteva affatto sotto i miei ordini.

— «Se è così, soggiunsi, ritiriamoci in luogo ove non possano nè vederci nè udirci, a fine di non destarli, e lì prenderemo altre risoluzioni.»

Prestatosi di tutto buon grado al mio consiglio, tornò indietro