Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/502

Da Wikisource.
444 robinson crusoe


di piantagioni, di edifizi, siepi, o greggia spettanti alla società, sarebbero stati irremissibilmente uccisi e trattati come fiere,ovunque fossero stati colti.

Il governatore, uomo di viscere umanissime, dopo profferita una tale sentenza, si fermò un poco a pensarci sopra, poi voltosi ai due Inglesi buoni, disse:

— «Aspettate! bisogna considerare che ci vorrà un bel pezzo prima che possano da loro far nascere grano e allevarsi una greggia. Non è poi giusto che muoiano di fame, e conviene fornirli di vettovaglie.»

Fece pertanto aggiungere alla sentenza che si desse loro una quantità di biade proporzionata pel loro nudrimento e per la loro seminagione, al bisogno di otto mesi avvenire, nel qual tempo era a supporsi che sarebbero stati in caso di provvedersi da sè medesimi; che allo stesso fine si potessero menare via sei capre madri per mungerle, quattro capri, sei capretti. Furono parimente conceduti a costoro stromenti pei lavori della campagna, che furono sei accette, un pennato, una sega e simili attrezzi, col patto per altro di non averli in loro proprietà, finchè non avessero giurato solennemente di non valersi di essi a pregiudizio di veruno o Spagnuolo o loro compatriotta.

Così disfattasi di costoro quella comunità, lasciò che s’ingegnassero a trarsi d’impaccio come avrebbero potuto da sè medesimi. Essi partirono con le cere accigliate e malcontente di chi non vorrebbe nè andare nè rimanere; ma qui non c’era rimedio. Partirono dunque dando a conoscere l’intenzione di cercare un luogo ove collocarsi stabilmente; nè gli altri omisero provvederli di diverse cose, eccetto che d’armi.

Di lì a quattro o cinque giorni tornarono a lasciarsi vedere per chiedere alcune vettovaglie, e allora raccontarono al governatore ove avessero piantate le loro tende con l’idea di mettere ivi la propria abitazione e piantagione, luogo convenientissimo, per dir vero, e situato in una delle più remote parti dell’isola, molto più in là a greco (nord-est) da quel punto di terra che la providenza mi permise raggiugnere quando fui trasportato in alto mare, Dio solo sa dove, in quel matto mio tentativo di far costeggiando il giro di tutta l’isola.

Quivi si fabbricarono due capanne non prive di garbo, modellandole su la mia prima abitazione, il che riuscì loro tanto più agevole