Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/507

Da Wikisource.

robinson crusoe 449


Gli Spagnuoli andavano spesse volte facendo considerazioni, or fra loro or co’ due Inglesi buoni rimasti addietro, su la vita piacevole e tranquilla che si conducea da che quegl’inquieti cialtroni se n’erano andati, perchè che questi tornassero addietro era la cosa più lontana di tutte dalla loro immaginazione. Pare a voi! dopo ventidue giorni d’assenza un de’ due Inglesi rimasti che era fuori ai lavori della sua piantagione, vede in distanza venirsi in verso tre stranieri armati.

Corso addietro in fretta, come se avesse veduto il diavolo, l’Inglese si presentò tutto spaventato ed attonito al governatore spagnuolo.

— «È finita, gli disse, per noi, perchè ho veduto tre stranieri sbarcati nell’isola; non so poi dire chi sieno.

— Come sarebbe a dire? rispose dopo una breve pausa il governatore. Non sapete chi sieno? sicuramente selvaggi.

— No, no; uomini vestiti ed armati come noi.

— Di che cosa dunque vi prendete fastidio? soggiunse lo Spagnuolo. Se non sono selvaggi, bisogna credere che sieno amici. Evvi sopra la terra nazione cristiana che nel caso nostro non volesse farci del bene anzichè del male?»

Mentre s’intertenevano in tale discussione arrivarono i tre noti viaggiatori che, fermatisi fuor del bosco piantato recentemente, si diedero a chiamar per nome gli altri coloni. Riconosciutene tosto le voci il primo stupore cessò, ma un altro diverso ne subentrava. Come andava questa faccenda? Qual motivo aveva indotti costoro a tornare indietro?

Non passò molto prima che fossero introdotti e richiesti dove fossero andati, che cosa avessero fatto. Un di loro diede in poche parole il compiuto ragguaglio di tutta questa spedizione.

In due giorni o poco meno furono a veggente della terra che cercavano; ma accortisi che i nativi posti in agitazione dalla loro comparsa, preparavano archi e dardi per combatterli, non ardirono approdare, e veleggiarono per sei o sette ore verso tramontana, finchè giunti ad una grande imboccatura si avvidero che ciocchè stando nella nostra isola prendevano per un continente era un’altra isola. Appena entrati in questo canale videro una nuova isola a mano destra, a tramontana, e parecchie altre a ponente. Risoluti di approdare ad ogni costo a qualche spiaggia, si trassero ad una di quelle