Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/543

Da Wikisource.

robinson crusoe 479


a que’ selvaggi ogni ritorno alle case loro. Ciascuno credea vedere che se un solo di quella genìa andava a raccontare la storia delle cose occorse al suo paese, la colonia era irremissibilmente perduta. Laonde fatto conoscere ai selvaggi che non poteano sperare alcuna sorta di misericordia, i coloni continuarono a bruciare i canotti, distruggendo tutti quelli che la burrasca avea risparmiati. Alla qual vista i selvaggi, messo un orribile ululato, ripetuto da ogni eco delle selve, si diedero a trascorrere da forsennati tutta quanta l’isola, e da vero i coloni stessi si trovarono imbarazzati sul partito da pigliarsi da prima con quei disperati.

Notate che gli Spagnuoli con tutta la lor prudenza non pensarono, mentre riducevano a tal miserabile stremo quegl’infelici, alla convenienza di porre buone sentinelle alle piantagioni; perchè, sebbene avessero messi in salvo gli armenti, nè gl’Indiani arrivassero