Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/595

Da Wikisource.

robinson crusoe 525


— «San Paolo! san Paolo! vedeteli che fanno orazione!»

Ebbi una mala paura che Atkins lo avesse udito; onde lo supplicai per l’amor di Dio a contenersi, tanto che potessimo vedere il fine di questa scena, per me, lo confesso, la più commovente di quante io abbia mai vedute in mia vita. Fece dunque per un pezzo forza a sè stesso, ma con grande stento, tanto lo rapiva la contentezza a pensare che quella povera pagana era per abbracciare la fede di Cristo. Or piangeva, ora alzava le mani al cielo e si facea segni di croce; tal altra profferiva sotto voce giaculatorie di ringraziamento al Signore, che facea vedere così miracolosamente coronate d’un buon successo le nostre fatiche; talvolta parlava con sè stesso tanto sommessamente ch’io medesimo non potea capire che cosa dicesse: erano parole or in latino, ora in francese; due o tre volte interrompendo le sue lagrime, non le potea pronunziare di sorta alcuna.

Tornai a pregarlo che si calmasse perchè potessimo con più precisione e pienamente seguir sino al termine il corso di questa scena, che non era ancora finita. Perchè quando il marito e la moglie non furono più genuflessi, osservammo che il primo si pose a ragionare caldamente con la seconda, dai moti della quale (come sarebbe stato il sollevare ripetutamente le mani al cielo, il porsi la mano sul petto, e simili altri gesti propri di chi ascolta e sente fortemente) appariva quanto fosse commossa dalle cose che le venivano dette. Ciò era durato un mezzo quarto d’ora all’incirca, quando s’incamminarono verso una parte più lontana, nè li potemmo più vedere di là dove eravamo.

Colsi questo intervallo per discorrerla col mio compagno, cui prima di tutto manifestai la contentezza eccitata in me dalle cose di cui eravamo stati testimoni di vista.

— «E sappiate bene, soggiunsi, che io non son de’ più facili a fidarmi di tali conversioni, ma questa la comincio a credere sincerissima così nell’uomo come nella donna, per quanto ignoranti sian essi; nè dispero omai che il principio non venga coronato da un esito ancor più felice. Chi sa che l’istruzione e l’esempio loro non operino efficacemente su qualcuno degli altri?

— Su qualcuno, voi dite? replicò tosto voltandosi a me. Dite su tutti. Potete avere per cosa certa che se questi due selvaggi... (li chiamo così perchè, stando alla vostra relazione, il marito fu poco men selvaggio della moglie) se que’ due selvaggi arrivano ad