Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/611

Da Wikisource.

robinson crusoe 541




pregò il marito, a cui riguardo fui padrino della neofita. Diede indi la benedizione in latino, ma Atkins non s’avvide, se fosse latino o francese, e per allora non ci badò.

Compiuto il battesimo gli unimmo in legittimo matrimonio; poi spedita anche questa faccenda, il mio ecclesiastico con vera unzione di carità, volse questi detti ad Atkins:

— «Ora, figliuolo mio, devo raccomandarvi non solo di perseverare nelle buone disposizioni in cui siete, ma di provare che il vostro convincimento è sincero coll’emendarvi. Sarebbe inutile per voi l’esservi pentito delle colpe, se non le abbandonaste. Voi vedete qual onore vi ha compartito il Signore Iddio col rendervi stromento della conversione di vostra moglie alla fede cristiana; badate di non far torto a questa sua grazia, nel qual caso vedreste la pagana migliore cristiana di voi; la selvaggia convertita, e lo stromento della redenzione gettato via.»