Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/640

Da Wikisource.
566 robinson crusoe


indussi tre donne portoghesi a far parte della carovana, raccomandando al governatore, che venissero ben trattate e si desse loro un marito. Avrei potuto procurarne di più, ma pensai che il povero profugo avea due figlie, e d’altronde gli Spagnuoli privi di moglie non erano più di cinque; tutti gli altri aveano le mogli, benchè in diverso paese.

Tutto questo carico arrivò salvo nell’isola, e fu, come potete credere, ben accetto ai miei antichi abitanti che, con tal nuova giunta, erano cresciuti al numero di sessantasei o settanta, senza contare i fanciulli di cui c’era abbondanza. Tornato in Inghilterra ricevei per la via di Lisbona lettere da tutti, e m’affretto, non senza ragione, a farne adesso la ricevuta.

Mi congedo ora dalla mia isola e d’ogni sorta di discorsi che la riguardino; onde chi legge questa nuova parte delle mie memorie farà bene se ne distoglierà affatto il pensiere, apparecchiandosi piuttosto a leggere le follie d’un vecchio non istrutto dalle sue disgrazie, e molto meno da quelle degli altri, a mettersi in caso che non gliene avvenissero più; d’un vecchio cui quarant’anni di calamità e di miserie non bastarono per fargli metter senno; d’un vecchio che non saziarono le prosperità venutegli fuori d’ogni espettazione, come nol fece saggio una serie di sciagure senza esempio.

Aveva tanta ragione io di cercare le Indie orientali, quanta ne ha un uomo che goda la piena sua libertà di andare alle prigioni di Newgate e pregare il carceriere che lo chiuda in compagnia degli altri prigionieri, e lo faccia stentare di fame lì dentro. Se mi fossi provveduto, partendo dall’Inghilterra, d’un piccolo vascello per andarmene dirittamente alla mia isola; se, come feci col vascello di mio nipote, lo avessi caricato di quanto poteva essere necessario a quella colonia e a quegli abitanti; se mi avessi procurata una patente dal mio governo per assicurarmi una proprietà sotto la sola protezione dell’Inghilterra; se vi avessi portato e munizioni e cannoni, condotta con me una carovana d’uomini e di servi; se me ne fossi impossessato, fortificandola, a nome della Gran Brettagna e rendendola più popolosa, come non mi sarebbe stato difficile; se stabilitomi quivi, avessi spedito indietro il bastimento carico di riso, e a ciò bastavano sei mesi di tempo, e commesso ai miei corrispondenti il ritorno del bastimento stesso fornito di nuove provvigioni inglesi; se avessi fatte tutte queste cose senza andare più in là,