Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/670

Da Wikisource.
594 robinson crusoe


possibile speditezza a bordo e informar mio nipote di questo affare.»

Avrei potuto risparmiare un tale messaggio, chè prima ch’io parlassi allo scrivano da stare a terra, era già succeduto a bordo quel che doveva succedere; perchè dal primo momento ch’io fui entrato nella scialuppa per venire alla spiaggia, il guardastiva, il carpentiere e tutti gli altri sotto-uficiali andati dal capitano non gli dissero nient’altro che questo.

— «È ben fatto che il signor Robinson sia andato a terra di sua buona volontà; così ci ha risparmiato il dispiacere d’usargli una violenza, altrimente se non vi andava egli per amore, lo avremmo obbligato ad andarvi per forza. Siamo dunque venuti per pregarvi ad osservare che ci siamo imbarcati per servire sotto di voi, e questo obbligo lo adempiremo volentieri e con fedeltà. Ma se il signor Robinson non fa la grazia di sgombrare dal bastimento, e se voi, capitano, non lo costringete a far questo, sgombriamo dal bastimento noi, perchè del tutto non vogliamo viaggiare in sua compagnia; e questo che dico io, lo dicono tutti.»

Nel profferire la parola tutti si voltò all’albero di maestra, segnale a quanto sembrò convenuto con gli altri, perchè questa parola tutti eccheggiò per le bocche dell’intera schiamazzante ciurma, raccoltasi nello stesso luogo in un attimo.

Mio nipote, il capitano, era uomo dotato d’una grande prontezza di mente e di spirito, onde, sebbene rimanesse certamente sorpreso all’udire propositi tanto insubordinati, capì che quello non era pur troppo il caso di prendere con calore le cose. Rispose loro pacatamente che ci avrebbe pensato sopra, ma che non potea pigliare veruna risoluzione senza avere prima parlato con me. E qui introdusse alcuni argomenti, affinchè capissero da sè stessi più di quanto lo diceva egli, l’ingiustizia e l’irragionevolezza di un tale procedere. Ma non ci fu verso di svolgerli: tutti giuravano, tutti si davano la mano, in faccia di lui, giurando e tornando a giurare.

— «Andiamo tutti alla spiaggia, se il signor Robinson torna a bordo una sola volta.»

La necessità di lasciarsi dar la legge dai subordinati è sempre una pillola dura ad inghiottirsi: tanto più era per mio nipote, in quanto sapea quante obbligazioni m’avesse; e non sapea, quel ch’era peggio, in qual modo l’avrei intesa. Tenne a costoro un secondo discorso in cui campeggiavano la forza della ragione e la cortesia.