Pagina:Avventure di Robinson Crusoe.djvu/717

Da Wikisource.

robinson crusoe 639


Filippine, pagandone ad essi il nolo, prima che salpino dal Giappone; e quando torneranno addietro comprerà il bastimento.»

— Come io udiva questa proposta, così s’andava ridestando nel mio cervello la mania del vagare, onde non potei starmi dal concepire un ardente desiderio di andare con lui, indi dal Giappone alle Filippine e dalle Filippine ai mari australi.

— «Avreste difficoltà, gli chiesi, sempre valendomi dell’interprete missionario, a prenderci nel vascello sino all’isole Filippine, e a metterci in libertà ivi?

— No, mi fece rispondere, perchè mi priverei del modo di far ricondurre il mio carico al Giappone. Se volete tornare addietro col carico stesso, al Giappone sì, posso mettervi in libertà.»

Lo credereste? io stava già per abbracciare il partito ed andarmene; ma il mio socio che avea più giudizio di me, arrivo a dissuadermene, rappresentandomi così i pericoli di que’ mari come gli altri da temersi per parte degli uomini, perchè i Giapponesi sono un popolo bugiardo, crudele e traditore, e peggiori ancora dei Giapponesi gli Spagnuoli delle Filippine.

Ma per condurre questo lungo giro di affari ad una conclusione, non potevamo risolver nulla, senza consultare il capitano del