Pagina:Canti del Friuli.djvu/33

Da Wikisource.

― 24 ―



Gigli d’oro ha sugli scudi;
ma le spade ha d’acciar fino,
e la guida il buon Orlando
20di re Carlo paladino. »

Arimanni e masnadieri
balzan tutti spaventati,
suonan le armi, ed in gran fretta
24i destrieri son sellati.

Rodogauso longobardo
tutti a sè chiama dintorno,
mentre insanguina le nubi
28ad oriente il nuovo giorno.

Ei cavalca un caval nero,
ed ha nero il grande scudo,
l’asta ha in pugno, al fianco l’azza,
32ed il bianco capo ha nudo.

« Arimanni e masnadieri,
egli dice, e bravi aldioni,
che da mesi e mesi siete
36rotti a tutte le tenzoni,