Pagina:Canti del Friuli.djvu/45

Da Wikisource.

― 36 ―



Poi nella notte, sopra il remo curvi,
vanno i tribuni, perchè la dimane
d’opre feconda sorga alle lor genti,
                        60salmodiando:

«Noi pescadori ve preghemo vu,
San Piero, che peschevi come nu,
e ve preghemo pescaor Gesù,
                        64noi pescadori.»

Rigan le stelle la laguna nera
di lor postille tremule, fra i giunchi
eternamente irrequieto il mare
                        68par che risponda.

Ma o come vivo dal cielo sereno
sfolgorò il sole sopra le lagune,
come nell’aria luminosa i canti
                        72pieni saliro,

quando a Lesína e a Curzola l’insegna
patriarcale si gettò trionfante
sui Narentani, ed era Orseolo doge
                        76primo all’assalto.