Pagina:De' matematici italiani anteriori all'invenzione della stampa.djvu/47

Da Wikisource.



39


7. Un’opera intitolata Libro di mercatanti detto di minor guisa[1]

Di queste opere la terza, la quarta, e la quinta furono pubblicate per la prima volta nel 1854, e di nuovo nel 1856, a Firenze, dal Princ. Boncompagni[2]; e la prima dal medesimo in Roma nel 1857. [3] E portando questa edizione in un primo frontispicio l’indicazione d’essere il primo volume degli scritti di Leonardo Pisano, si vede essere intenzione dell’illustre e benemerito scienziato di fare che tutte le opere che ci rimangono di Leonardo vengano finalmente alla luce a decoro dell’Italia, e a vantaggio degli studiosi.

Il nobile editore ha già manifestata la sua intenzione di rifondere e coordinare in più ampio lavoro da intitolare Della Vita, e delle Opere di Leonardo Pisano, tutte le notizie già da lui fatte pubbliche, altre aggiun-



  1. Intorno ad alcune opere di Leonardo Pisano Matematico del secolo xiii Notizie raccolte da Baldassare Boncompagni socio ordinario dell’Accad. Pontif. de’ Nuovi Lincei. Roma, 1854. Tip. delle Belle Arti, pag. 247, 248. - La cognizione degli anni in che Leonardo compose le opere sue è dovuta alle ricerche e agli studj del Principe medesimo. Basta poi questa verificata cognizione di date a distruggere in gran parte molte cose francamente asserite dal Guglielmini, che troppo libero volo accordò alla fantasia ed alle conghietture.
  2. Opuscoli di Leonardo Pisano pubblicati da Baldassarre Boncompagni secondo la lezione di un Codice della Biblioteca Ambrosiana di Milano. 2.a ed. Firenze. Tip. Galileiana di M. Cellini e C. 1856, in 8.O di pag. xxviii, 128.
  3. Scritti di Leonardo Pisano Matematico del secolo xiii, pubblicati da Baldassarre Boncompagni... Volume I. (Leonardi Pisani, Liber Abbaci) Roma, Tip. delle scienze Matematiche e Fisiche, 1857, in 4.O di pag. 460.