Pagina:Delle istorie di Erodoto (Tomo III).djvu/39

Da Wikisource.

- 27 -


i luoghi che gli parevan più acconci alla formazione dei magazzeni, ivi comandava che concorressero le provvigioni, facendole venire su navi da carico e da trasporto da tutte le parti dell’Asia. E il deposito principale fu raccolto nel luogo chiamato Leuce Acte nella Tracia: e altri minori se ne formarono, a Tirodiza nei Perintì, a Dorisco, a Eione sullo Strimone ed in Macedonia.

26. E mentre le surriferite cose si prescrivevano e si eseguivano, le genti a piedi si avviavano sotto la guida di Serse alla volta di Sardi, essendosi egli mosso da Critallo, città della Cappadocia, dove aveva avuto luogo il convegno generale di tutte le milizie destinate a camminare insieme con Serse per terraferma. Se poi mi si vuol domandare chi fosse quel Prefetto che conducesse le sue particolari milizie nel più acconcio e compiuto assesto di guerra, in guisa da meritare la ricompensa promessa, in verità che non saprei dirlo. Non essendo neppure chiaro del fatto, se poi si procedesse realmente a simigliante giudizio. Nel rimanente poi, l’esercito persiano, dopo avere varcato il fiume Ali, entrò nella Frigia, e passando attraverso a questo paese, pervenne alla città di Celena, dove scaturiscono le sorgenti del Meandro, e di un altro fiume minore, chiamato Catarratte; il quale ha il suo nascimento proprio nella piazza di Celena; e poi si riversa finalmente nel Meandro. Ed è in questa stessa piazza di Celena che vedesi sospesa la pelle di Marsia; il Sileno scoiato per vendetta d’Apollo, come narrano i Frigi (5).

27. Nella città medesima, tìualmento, un certo Pitio, figlio di Ati, e Lido di sua nazione, si era messo a aspettare l’esercito persiano con Serse, accogliendoli e grati-