Pagina:Delle strade ferrate e della loro futura influenza in Europa.djvu/10

Da Wikisource.
VI


esperimenti, l’Italiano, il Tedesco, lo Spagnuolo ed il Russo tengon dietro alle prime, e meditano sui secondi.

Intanto il ministro ed il tribuno, l’economista ed il gazzettiere, l’ingegnere ed il meccanico pubblicano i loro pensieri, le loro scoperte, ed i calcoli loro; lo speculatore, il trafficante, ed i produttori, smaniosi di veder avverato il nuovo sistema stradale, si rallegrano alla voce di Roberto Peel [1] e di Stefenson, dubitano alle parole di Dupin [2] e di

  1. Discorso da lui detto nell’assemblea di Tamworth.
  2. Discorso da lui detto nell’adunanza del parlamento francese delli 21 aprile 1836.