Pagina:Dodici monologhi di Gandolin.djvu/33

Da Wikisource.

la mano dell’uomo 27


viduale; quelle che vengono regolate dal grado, dalla località o dalla situazione; quelle, infine, che procedono dall’immediata influenza del discorso.

Mi proverò a presentare qualche campione tra i più notevoli di queste tre grandi categorie, cominciando naturalmente dalle strette di mano derivanti dal temperamento.

Esistono individui espansivi eccessivamente, i quali vi accolgono sempre con effusione straordinaria ogni due giorni, come se tornaste da un viaggio in Abissinia. Costoro, anime piuttosto buone, caratteri piuttosto noiosi, hanno la stretta di mano attraente, così.... (fa un gesto come per afferrare la mano d’un amico e portarsela sul petto). Altri invece hanno la stretta di mano ripulsiva (fa il gesto opposto, con un sorriso falso, a labbra strette) e sono esseri freddi, sospettosi, amareggiati da delusioni tremende, tormentati da segreti malanni, fisici e morali.

E però vi avverto che la stretta di mano attraente non è un sintomo certo, sicuro, del carattere dell’uomo. S’egli ha un tono di voce largo, chiassoso — Ah! ah! come stai? bello mio! simpaticone mio!