Pagina:L'acarne.djvu/1

Da Wikisource.

119


L’ACARNE D’ARISTO

FANE. COMEDIA. V.

Persone de la comedia.


Diceopoli, I vecchi,
Coro de gli Acarnesi, Cefisofone,
Megareo, Beoto,
Filasio vilano spattatore, Precone,
Occhio de’l re, Madre,
Euripide, Le giovani,
Nicarco calumniatore, Famiglio ò Paranimfo,
Amfiteo, Teoro,
Figlia, Lamaco,
Calumniatore, Noncio di Lamaco.


DICEOPOLI.


Acarne iniziale.jpg
N quante guise ho io il mio cuor rimorsicato? e quanto puoco ralegrato io sono, e puoche sono quattro cose sole: ma in innumerabili mi son accorrociato. hor voglio vedere. per qual cosa degna di alegrezza son mi alegrato? io so che il mio cuore ripien era di gaudio, vedendo li cinque talenti, i quali ha dati fuora Cleone. e gioisco, e amo i cavallieri per tal

facenda,