Pagina:La Lisistrata.djvu/41

Da Wikisource.


il sò, che cose sono quelle vostre da Lacedemone?
Prec.
Tutta Lacedemone è diritta à la Venere, et tutti i compagni le sono incitati e dediti, gli bisogna una Pallene.
Preside: Onde v’è nasciuto questo male? da Pan?
Prec.
Nò. ma credo fusse il principio Lampitò, poi le altre donne che sono in Sparta, le quali scacciavano da una donna gli huomini da le feminili vergogne.
Preside: Come state dunque voi?
Prec.
Siamo dentro fin’ à gli occhij. andiamo per la cità come se portassimo la lume gobbi et inchinati, le donne le vergogne non si lasciano toccare, fin che non faremo tutti patto à la Grecia con una oratione.
Ateniesi
Questa cosa è congiurata in ogni luoco da le donne, ben il conosco, hor parla prestissimamente d’i patti de mandar quà legati che habiano autorità libera. Et io dico che bisogna elegere a’l Senato altri legati, mostrandoli questo membro.
Coro di donne
Voglio,imperò che dici tutte cose ottime.
Coro di huomini
Nessuna bestia è piu inespugnabile de la donna, ne’l fuoco, ne alcuna par da impudente.
Coro di donne
Hai questa openione, et fai guerra? dimi, è lecito à me haver una amica ferma?
Coro di huomini
Io non cessarò mai d’haver in odio le donne.
Coro di donne
Ma quando vorrai non ti rifiutarà sendo cosi nudo, imperò che io vego quanto sei da esser bertegiato, ma io venendo ti vestirò d’una veste.