Pagina:Le rane.djvu/10

Da Wikisource.

LE RANE


ne 'l campo da la oblivione? ò ne li peli de l'asino? ò ne li Cerberij, ò a i corvi, ò ne 'l Tenaro?

Dionisio
Io.
Charonte
Entra in barca.
Dionisio
Dove ne voi buttare? à i corvi certo.
Charonte
Per Giove sì, e per causa tua. entra hormai.
Dionisio
Ragazzo vien quà.
Charonte
I non lievo un servo, s'ei non hà combattuto in navecio è in cerc'a le piadene de le carni.
Xanthia
Per Giove non, ma son stà isbezzato.
Charonte
Dunque circuirai la palude correndo à torno à torno.
Xanthia
Dove deb'io aspettare?
Charonte
Apresso la pietra del'Aveno, ne i ripossi, intendi tu?
Xanthia
Intendo bene. oime povero, uscendo che hò io incontrato?
Charonte
Accommodati a 'l remo, che navigando, s'affrettiamo. tu che fai?
Dionisio
Che altro, se non che io m'accosto a 'l remo, che me hai commandato?
Charonte
O panzetta non venerai quà?
Dionisio
Eccomi.
Charonte
Non getterai fuora le mani e le estenderai?
Dionisio
Eccomi.
Charonte
Non mi chiachierare, accostati quì che bene navighiamo.
Dionisio
Come potrò io navigare, non havendo provato giamai, non sendo stato ne 'l mare, non havendo