Pagina:Le rane.djvu/12

Da Wikisource.

LE RANE


ingomfia, poi inchinandosi subito dirà brecececex, coax, coax, hor sù ò cantatrici cessate homai.

Coro
Più dunq; cantaremo, se mai bene saltassimo per il Cipiro ne li dì solari: e ne 'l Fleo alegrandosi de canti con notabili melodie: ò se mai fugendo la piogia de l'aere, bene cantassimo ne 'l profondo il choro aquoso, vario per li sgomfiamenti. brecececex, coax, coax.
Dionisio
Questo piglio da voi.
Coro
Gravi cose dunque patirete
Dionisio
Più gravi io remigando, s'o crepasse.
Coro
Brecececex, coax, coax.
Dionisio
Piagnete, che io non me fò conto.
Coro
Ma certo grideremo ogni dì, quanto la gola nostra potrà, Brecececex, coax, coax.
Dionisio
In questo non mi vincerete.
Coro
Ne anche tù noi.
Dionisio
Ne anche voi mè. io griderò se 'l bisogna ogni dì, fin che vi vinca. coax.
Coro
Brecececex, coax, coax.
Dionisio
Pensava certo, che dovreste cessare alcuna volta da coax.
Coro
O cessa, cessa, sbatti via il remo. salta fuori. paga il nollo.
Dionisio
Tien i bagattini. ò Xanthia, dove è Xanthia? Xanthia?
Xanthia
O là.
Dionisio
Vien quà.