Pagina:Le rane.djvu/31

Da Wikisource.

D'ARISTOFANE 76


Eaco
E se venesse altro, che ne la arte piu ne sapesse che quello, alhora bisogneria cederli.
Xanthia
Perche dunque questo hà commosso Eschilo?
Eaco
Haveva essolui la Tragedica sedia, come ottimo ne l’arte.
Xanthia
Chi l’hà adesso?
Eaco
Quando se partì Euripide, era dimostrato à i ladri, e à i tagliaborse, a i parricidi, e à che dinotte i muri forino, qual moltitudine è ne’l inferno. e quelli che udivano le contraditioni, e i cantar turpi, e versioni, sonno impazziti e lo tenevano sapientissimo. poi superbamente hà pigliato il luogo di Eschilo.
Xanthia
Non egli è sta cacciato?
Eaco
Per Giove. ma il popolo gridava lamentandosi, che si facesse la prova, che ne l’arte fosse piu dotto e eccellente.
Xanthia
Questo scelerato?
Eaco
Per Giove è celeste e divino: e quanto?
Xanthia
Non eran poi compagni con Eschilo, che gli favoregiasero?
Eaco
Puoco di buono gliè, come è qui.
Xanthia
Che cosa dunq; Plutone delibera di fare?
Eaco
Farne la prova e il giudicio e l’argomento de la loro arte.
Xanthia
Poi in che modo e Sofocle non hà pigliato il throno?
Eaco
Per dio non egli. ma basciò Eschilo, quando ei