Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/131

Da Wikisource.
114 cronaca


RENIER CHALON.


La numismatica belga deplora la perdita del decano fra’ suoi cultori, Renier Chalon, già presidente di quella Società, e per lunghi anni direttore della Revue Belge, Al Sig. Chalon si devono moltissimi scritti numismatici, disseminati per la maggior parte nel periodico da lui diretto, e due monografie: Recherches sur les monnaies des Comtes de Hainaut (1848). — Recherches sur le monnaies des Comtes de Namur (1860).

Egli si occupò anche di numismatica italiana, pubblicando varie nostre monete medioevali e moderne[1].

Il Sig. Chalon era nato a Mons nell’Hainaut, il 4 dicembre 1802.




  1. Appartenenti alle zecche di Camerino, Casale, Correggio, Desana, Fano, Firenze, Gabbie, Maccagno, Malta, Messerano, Monaco, Montalcino, Perugia, Ravenna, Reggio d’Emilia, Rimini, Ronciglione, San Marino, Tagliacozzo, Tassarolo e Viterbo. — Veggansi specialmente le Curiosités numismatiques del Sig. Chalon, in varie annate della Revue Belge.