Pagina:Saul.djvu/20

Da Wikisource.


Men terribil Saúl nell'aspra sorte,
Che nella destra, sbaldanzito or stassi
In diffidenza di sue forze; il sai:
Or, che di David l'invincibil braccio
La via non gli apre infra le ostili squadre,
Saùl diffida; ma, superbo, il tace.
Ciascun di noi nel volto suo ben legge,
Che a lui non siede la vittoria in core.
Forse in punto ei verrebbe ora il tuo sposo.
MICOL
Sì, forse è ver: ma lungi egli è;... deh! dove?...
E in quale stato?... Oimè!...
GIONATA
Più che nol pensi,
Ei ti sta presso.
MICOL
Oh cielo!... a che lusinghi?...


SCENA IV.


david, micol, gionata

DAVID
Teco è il tuo sposo.
MICOL
Oh voce!... Oh vista! Oh gioja!...
Parlar... non... posso. — Oh maraviglia!... E fia..