Pagina:Strada ferrata da Venezia a Milano (Recensione).djvu/2

Da Wikisource.

STRADA FERRATA ecc. 59


le seguenti popolazioni delle città legate dalla strada ferrata: Venezia 110,000, Padova 44,000, Vicenza 30,000, Verona 46,000, Mantova (che veramente nel progetto non è per nulla legata alla strada) 34,000, Brescia (con cifra al parer nostro esagerata) 43,000, Milano 160,000. Segue il rapporto del presidente sig. Reali all’assemblea tenutasi in Venezia il giorno 21 agosto 1837, dal quale si rileva: 1.° che nel settembre del 1835 il sig. Francesco Varè ed il fu Sebastiano Wagner produssero un indirizzo alla Camera di Commercio di Venezia pregandola di portare al Governo la loro domanda di fondare per la costruzione della strada di cui si tratta una Società in accomandita; 2.° che nell’aprile del 1836 dieci individui nominati dalla Camera suddetta garantirono la somma di 30 mila lire per le spese primordiali, e che una egual somma fu assunta da un’unione di ventiquattro principali negozianti di Milano, i quali dichiararono di ritenere sè stessi ed i dieci sovventori veneti come socj fondatori della proposta impresa; 3.° che agli ultimi di maggio dello stesso anno ebbe luogo un convegno d’essi socj fondatori in Verona; 4.° che Sua Maestà con sovrana Risoluzione del 25 febbrajo del corrente si è degnata di accedere alle istanze di due Deputati, ch’erano stati espressamente inviati a Vienna con permettere che si formasse una società di azionisti per la costruzione di una strada di rotaje di ferro da Venezia a Milano; 5.° che il dì 8 del maggio successivo i fondatori Veneti e Lombardi si unirono in una seconda conferenza a Venezia, dove fu stabilito il numero delle azioni in 50,500, delle quali 50,000 paganti e 500 onorarie: 6.° che con lettera in data del dì 14 giugno la Commissione veneta diramò ai sottoscrittori l’invito pel versamento d’un 6 per 100 delle somme sottoscritte; 7.° che per mettere a profitto il tempo di aspettativa del privilegio distinti ingegneri si occuparono nei lavori preparatorj, per esempio lo studio della linea ed il progetto del ponte sulla laguna da Venezia a Mestre, essendo stato scelto per direttore di essi l’ingegnere Giovanni Milani che ne’ suoi viaggi aveva particolarmente dedicati i suoi studj a questa specie di costruzioni.

A questa importante comunicazione tien dietro il Processo verbale della radunanza dei possessori di certificati interinali d’azione nell’impresa della strada ferrata da Venezia