Pagina:Sulle frontiere del Far-West.djvu/35

Da Wikisource.

SULLE FRONTIERE DEL FAR WEST 31



stati tanto fortunati da arrestare nella sua corsa l’Uccello della Notte e anche di fucilarlo.

La vostra fattoria si trova sulle rive del Lago Salato e per raggiungerla ci vogliono molte giornate.

— E se qualche altro corriere fosse passato? — chiese il disgraziato colonnello.

— L’avremmo veduto.

— Può aver preso un’altra via, più lunga ma più sicura. Tu sai come corrono questi Indiani d’inferno quando sono sui loro mustani. Si fermano appena per poche ore nella notte.

— Questo è vero, signor Devandel, — disse l’indian-agent, un po’ preoccupato. — Si potrebbero però sorpassare quegli altri corrieri, costretti a fare il giro di tutte le catene di montagne.

— I miei figli!... — gemette il colonnello. — Guai se cadessero nelle mani di Yalla!...

— Voi non potete abbandonare questo posto affidatovi dal Governo. Aprireste la via del Colorado a tutte le orde degli Sioux.

— E non l’abbandonerò, — rispose il signor Devandel, asciugandosi la fronte madida di sudore — eppure io non posso lasciare scannare i miei figli dalle tigri della prateria.

— Avete ragione.

— Che cosa mi consigli di fare?

— Mandarmi, con un paio di compagni, alla fattoria di San Felipe e mettere in salvo i vostri figli prima che Mano Sinistra possa ricevere i corrieri di Yalla.

— Tu saresti capace di far tanto? Non sai che tutte le praterie sono in mano degl’insorti?

— Si possono evitare, colonnello. E poi so che vi è ancora qualche corriera a Kampa che deve porre in salvo dei coloni.

Saremo così in buon numero, almeno fino sulle rive del grande Lago Salato.

— Chi vorresti per compagni?

— Harry e Giorgio, i due scorridori della prateria, bravi e leali compagni che conoscono a fondo tutte le astuzie del crudele pellerossa, e che per di più posseggono dei mustani che possono gareggiare col mio.

— Accetteranno?

— Con me verranno subito.

— Arrischieranno le loro capigliature.

— Sapranno anche difenderle, poichè sono meravigliosi tiratori. Colonnello, non perdiamo tempo. Giacchè gli Sioux ci accordano una tregua, approfittiamone.

— E questa fanciulla?

— La porterò con me, signor Devandel. Se è la figlia di qualche capo, anche che non fosse di Mano Sinistra, sarebbe sempre un ostaggio