Pagina:Tempesta.djvu/18

Da Wikisource.

2 la tempesta



Entrano Alonzo, Ferdinando,
Antonio, Sebastiano, Gonzalo.
Alonzo.

Bravo mastro: mi raccomando di stare at‐
tento. Dove è il Padrone? Siate uomini!

Il Quartiermastro.

Fatemi la grazia di starvene giù, per ora!

Antonio.

Dov’è il Padrone, Quartiermastro?

Il Quartiermastro.

Non lo sentite? C’imbarazzate la manovra.
Rimanete nelle vostre cabine: così, aiutate la
tempesta.

Gonzalo.

Su, su, brav’uomo, un po’ di pazienza.

Il Quartiermastro.

Quando l’avrà il mare. Via di qua! Che im‐
porta a queste ondate il nome del Re? Alle
vostre cabine! Silenzio e non c’impicciate.

Gonzalo.

Sta bene. Ma rammentati chi hai a bordo.

Il Quartiermastro.

Nessuno a cui voglia bene più che a me! Voi

siete un consigliere: se potete comandare il