Pagina:Trento con il sacro concilio et altri notabili.djvu/20

Da Wikisource.


[Traffico in Trento quale.] Fiorisce in Trento il traffico mercantile meno assai, di quello richiederebbe una Città di sì gran Passo, e qualità di Posto; tanto più che hà la navigatione del Fiume Adice, e gode franchiggia di commercio con altre conseguenze di cose favorabili; che tal’è l’avantaggio delle Città di Confine.

Vi si tengono però Mercanti di polso, e molto credito tanto per Italia, che per Alemagna, & altre parti, trafficando su le Fiere, massime di Bolgiano, e contribuendo quì alla Città il commodo delle Merci, e del Cambio. Se ben la Vicinanza di Bolgiano, e Venetia lor dà su’l Capo.

[Lane, e Sete in Trento come stiano.] Vi si fanno Sete in gran quantità, e riuscita: ma non si lavorano, come già tempo, che tra gli altri caminò un Filatoio di straordinaria grandezza, & maestria, e faceva Vivere molte maestranze. Hora vanno buona parte à Bologna, dove han credito.

Anco le Lane vi abbondano à segno, che meritano haver’ un Edificio, qual certamente rispetto al Paese riusciria molto, per l’Acqua in particolare della Fersina, che havendo dell’untuoso, e del pingue non meno, che del purgante, saria propria.

[Acque di Trento quali.] Si come quella, che sbocca dalle Fauci Velane, ò Bus di Vela, e serve per un Edificio di Carta, valeria non poco per le Tinture anche di Cremesino, à quel che intendo; ne l’aria mancarebbe contribuirvi con la sua gentile proprietà.