Utente:Snark

Da Wikisource.
The librairian.jpg
Quill-Nuvola.svg
«\mathfrak{J}ust the place for a Snark!” the Bellman cried,
   As he landed his crew with care

Just the place for a Snark! I have said it twice:
   That alone should encourage the crew.

Just the place for a Snark! I have said it thrice:
   What I tell you three times is true.»
Gartoon-Bluefish-icon.png Babel-pesce
Pi-symbol.svg Snark partecipa al Progetto Matematica.
Schematicky atom.png Snark partecipa al Progetto Testi scientifici.
Books-aj.svg aj ashton 01f.svg Snark partecipa al Progetto Letteratura.


Pagine utili[modifica]

Inserimenti in sospeso[modifica]

Testi inseriti nell'ultimo mese[modifica]

Agosto 2009:
  1. Li mirabili et pretiosi secreti
  2. Alarico Carli
  3. Il sorbetto della regina
  4. I suicidi di Parigi
  5. Ai medici condotti
  6. Delle scoperte fatte nella luna del dottor Giovanni Herschel
  7. La rivoluzione di Napoli nel 1848
  8. Il Re prega
  9. Poesie
  10. I monologhi di Pierrot
  11. La piccola Kelidonio
  12. I moribondi del Palazzo Carignano
  13. Amalfi
  14. Le notti degli emigrati a Londra
  15. Cuore infermo
  16. Abramo Lincoln
  17. Due tradizioni sulla Regina delle fate
  18. Ö pappagallo de moneghe
  19. Eneide: ricordi di un reduce troiano in dialetto genovese
  20. Le tre parche
  21. Carlo Cattaneo federalista
  22. Osservazioni intorno a' pellicelli del corpo umano‎
  23. I costumi delle api‎
  24. Novelle‎
  25. Per lo spiritismo‎
  26. Notizie del pubblico giardino de’ semplici di Padova
  27. Notizie inedite scritte da Giovanni Marsili
  28. Te Maurum Laudamus
  29. Un brieve trattato dell'eccellentia delle donne‎
  30. Carlo Darwin
  31. L'uccisione pietosa
  32. La scuola criminale positiva
  33. Gloria di Sole
  34. La libertà
  35. Sulla respirazione delle piante
  36. Dai paesi dell'anarchia
  37. I martiri di Curtatone e Montanara
  38. Discorso intorno ad Archimede

Testo del mese: The Great Moon Hoax[modifica]

Great-Moon-Hoax-1835-New-York-Sun-lithograph-298px.jpg

25 Agosto 1835. Sul New York Sun esce un articolo destinato a fare scalpore in tutto il mondo. È firmato dal Dr. Andrew Grant, compagno di viaggio e amanuense di Sir John Herschel, e riferisce delle "grandi scoperte astronomiche effettuate da Sir John Herschel al Capo di Buona Speranza". Nell'articolo (e nei sei successivi che verranno pubblicati), l'autore afferma di come, dopo essere riuscito a modificare il telescopio del padre, John Herschel sia riuscito ad osservare la luna con un ingrandimento mai raggiunto prima, scoprendo sulla sua superficie nuove forme di vegetazione e di animali, fra cui bisonti, capre, unicorni, e una specie di pipistrello umanoide denominato vespertilio-homo. John Herschel è probabilmente il più noto astronomo dell'epoca: è il figlio di quel William Herschel a cui si devono la scoperta del pianeta Urano e della radiazione infrarossa, e nipote di Caroline Herschel, anch'essa astronoma, nonchè scopritrice di una cometa. Insomma, la cosa pare credibile, e la bufala si sparge a macchia d'olio: commenti entusiasti vengono riportati su molti giornali, relazioni delle scoperte appaiono nei bollettini delle più celebri Accademie Scientifiche europee. Fra le vittime illustri c'è François Arago, che verso la fine del 1835 ne pubblica un estratto sul bollettino dell'Accademia delle Scienze francese, suscitando molta curiosità ma anche molte polemiche. In Italia vede la luce, nell'Aprile 1836, l'opuscolo anonimo Delle scoperte fatte nella luna del dottor Giovanni Herschel, un estratto dei primi quattro articoli di quella che verrà poi chiamata The Great Moon Hoax. Presto la bufala viene però scoperta: anche se il New York Sun non confesserà mai, l'autore dello scherzo è probabilmente un reporter del New York Sun, Richard A. Locke. Da notare però il commento di Herschel, che fu inizialmente divertito dalla storia, e notò che le sue vere scoperte non avrebbero mai potuto essere così elettrizzanti.