Aci, non ti partir, stiam cheti e bassi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Bartolomeo Casaregi

A Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Aci, non ti partir, stiam cheti e bassi Intestazione 25 settembre 2017 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 97 modifica]

VI


Aci, non ti partir, stiam cheti e bassi,
     Che mille guati il traditor ne tende:
     Carpone or salta, or per alpestri sassi
     Brancolando s’aggrappa, e sale e scende
5Dietro a un cespo talor furtivo stassi,
     Gli orecchi aguzza,e il collo innanzi stende;
     Quindi celeremente i lunghi passi
     Volge là dove alcun susurro intende.
Ve’ tu quell’alta rupe? or quella è donde
     10Guatar ne suol; però l’appiatta, e copri
     Quà sotto, ch’ei non può vederne altronde,
Poi le sue forze insidiando adopri
     Pur temo ancor: che quel ch’amor nasconde:
     Tu spesso invidia e gelosìa discopri.