Amori (Marino)/46 - Per la signora N. Vipereschi

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
46 - Per la signora N. Vipereschi

../45 - Trastulli estivi ../47 - Pendenti in forma di serpi IncludiIntestazione 10 aprile 2008 75% Raccolte di poesie

46 - Per la signora N. Vipereschi
45 - Trastulli estivi 47 - Pendenti in forma di serpi

 
Vipera mia, che di fin or lucenti
tergi le spoglie al sol del vero onore,
a cui di spine cinto aspre e pungenti
fatto è siepe il mio petto e nido il core:

5spirano i cari tuoi fiati innocenti
di grave fiamma invece, arabo odore.
Sono i tuoi fischi angelici concenti,
e ’l tuo veleno è nettare d’amore.

O per grazia del ciel, sì com’io lessi
10ch’a Cadmo ed Ermion fu dato in sorte,
anch’io cangiarmi in aspido potessi,

ché s’ambo un nodo poi tenace e forte
n’unisse, ed io baciassi, e tu mordessi,
chi da più dolci morsi ebbe la morte?