Artaserse/Atto secondo/Scena XV

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto Secondo

Scena quindicesima

../Scena XIV ../../Atto terzo/Scena I IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75% Libretti d'opera

Atto secondo - Scena XIV Atto terzo - Scena I
[p. 141 modifica]

SCENA XV

Artabano.

Son pur solo una volta, e dall’affanno
respiro in libertá. Quasi mi persi
nel sentirmi d’Arbace
giudice nominar. Ma, superato,
non si pensi al periglio.
Salvai me stesso: or si difenda il figlio.
               Così stupisce e cade,
          pallido e smorto in viso,
          al fulmine improvviso,
          l’attonito pastor.
               Ma, quando poi s’avvede
          del vano suo spavento,
          sorge, respira e riede
          a numerar l’armento,
          disperso dal timor.