Avventuroso dì, che col secondo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Buonaccorso da Montemagno il Vecchio

XIV secolo Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Avventuroso dì, che col secondo Intestazione 13 giugno 2020 100% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


[p. 335 modifica]

     Avventuroso dì, che col secondo
Favor della divina alma bontade
Producesti l’esempio di beltade
4Che di tanta eccellenza adorna il mondo;
     Sempre onorato a me, sempre giocondo
Verrai, sia pur in qual si voglia etade;
Tal giogo nacque alla mia libertade
8E sì soave ch’io non sento il pondo!
     In te ne fu dal ciel mandato in terra
L’albergo di virtù, con tal valore
11Ch’ogni cosa terrestre a lui s’inchina;
     Per te fuggì del mondo invidia e guerra,
E ’l sol più che mai lieto apparse fuore,
14Perchè nascer dovea cosa divina.