Dante Alighier nella sua Commedia

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Antonio Pucci

XIV secolo D Indice:Le Rime di Cino da Pistoia.djvu sonetti Letteratura Dante Alighier nella sua Commedia Intestazione 15 ottobre 2016 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rime scelte di poeti del secolo XIV/Antonio Pucci


[p. 357 modifica]

     Dante Alighier nella sua Commedìa
Narra d’un fiume che si chiama Lete;
Del qual qualunque si togliea la sete,
4Ogni suo fatto di mente gli uscìa.
     Dimenticava amore e compagnia
E le cose palesi e le secrete;
Perchè quell’acqua gli facea parete
8Alla memoria ed alla fantasìa.
     Così color che salgono agli uffici
Paiono inebriati di quel fiume,
11Dimenticando parenti ed amici;

[p. 358 modifica]

     E del passato non veggon più lume,
Le lor promesse non hanno radici;
14E straccian di memoria ogni volume.
                         Deh fa’ che tal costume,
Caro compare mio, non regni in te;
17Ma se tu puoi, ricordati di me.