De la colpa a fuggir talor mi provo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Pompeo Figari

Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura De la colpa a fuggir talor mi provo Intestazione 15 dicembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Pompeo Figari


[p. 171 modifica]

VII


De la colpa a fuggir talor mi provo
     La servitù troppo odioso e dura
     Ma sempre in van, che per mio male io trovo
     L’uso fatto al peccar volto in natura.
5Lasso l’Eterna sarà la mia sventura,
     Se il fonte in me d’ogni mio male io covo,
     Nè mente avrò giammai meno ch’impura,
     Se non ho nuovo cuore e spirto nuovo.
Pietà, mio Dio, del mio dolor ti prenda;
     10De! tu riforma un cor nel petto mio
     Puro così, che sol di te s’accenda.
Spirto eguale poi dammi al mio desio,
     Nè più temcr ch’io tua bontade offenda,
     Or che so quanto perdo in perder Dio.