Della Croce mi cita innanzi al trono

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Frosini

D Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Della Croce mi cita innanzi al trono Intestazione 25 febbraio 2018 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri


[p. 186 modifica]

FRANCESCO FROSINI1


Della Croce mi cita innanzi al trono
     L’amor del mio Gesù che t’ho fatt’io,
     Comincia a dir, che così avaro e rio
     Mi sei, quanto sì prodigo ti sono?
5Quanto vivi, quant’ hai tutto è mio dono;
     Il tuo sapere il tuo potere è mio;
     Tu peccasti superbo io pago il fio;
     Tu mi sforzi m’impiaghi, io ti perdono.
Per te che non fec’io? Forse mi chiedi
     10Il cuore? Ecco che a prenderlo ti chiama
     Il seno aperto. Il sangue? Io te lo diedi.
Che vuol dunque di più l’Uomo, che brama?
     Qui rispondo, Signor, steso a’ tuoi piedi:
     Non v’è pena che basti a chi non t’ama.

  1. L’amore di Gesù Cristo