Della architettura della pittura e della statua/Indice delle opere di Leonbatista Alberti

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Indice delle opere di Leonbatista Alberti

../Vita di Leonbatista Alberti ../Della architettura IncludiIntestazione 11 gennaio 2016 75% Da definire

Indice delle opere di Leonbatista Alberti
Vita di Leonbatista Alberti Della architettura

[p. xi modifica]

INDICE

DELLE OPERE DI LEONBATISTA ALBERTI.

OPERE STAMPATE.


L
eonis Baptistæ Alberti Florentini Momus. Romæ ex ædibus Iacobi Mazochii 1520. 4., et in folio l’istesso anno con questo titolo: Leo Baptista de Albertis Florentinus de Principe. Romæ apud Stephanum Guileretum.||
[p. xii modifica]
Leonis Baptistæ Alberti Florentini Trivia, sive de causis senatoriis, in Ciceronis locum lib. 2. de officiis, brevis et accurata interpretatio, ad Laurentium Medicem. Basileæ 1538. 4. cum Petri Ioannis Olivarii scholiis in somnium Ciceronis.||
De pictura præstantissima et nunquam satis laudata arte libri tres absolutissimi Leonis Baptistæ de Albertis. Basileæ 1540. 8., et ultimamente l’anno 1649. in Leida col Vitruvio.||
Leonis Baptistæ Alberti viri doctissimi de equo animante ad Leonellum Ferrariensem principem libellus, Michaelis Martini Stella cura ac studio inventus, et nunc demum in lucem editus. Basileæ 1556. 8.||
Leonis Baptistæ Alberti Florentini viri clarissimi libri de re ædificatoria. Parisiis 1512., et in altri luoghi.||
Lepidi comici veteris Philodoxios fabula, ex antiquitate eruta ab Aldo Manuccio. Lucæ 1588. 8.||
Baptistæ de Albertis poetæ laureati de amore liber optimus. Incipit. Parmi ufficio di pietà, e di humanità. 1471. 4.||
Baptistæ de Albertis poetæ laureati opus præclarum in amoris remedio feliciter incipit. Legitime amanti et riconoscendo. 1471. 4.||
Dialogo di Messer Leonbatista Alberti Fiorentino, de republica, de vita civili, de vita rusticana, de fortuna. Incipit. Vedo io Microtiro mio, corro per abbraciarlo, o parte dell’anima mia. In Vinegia 1543. 8.||


Opere dell’Alberti non mai stampate.

De iure tractatus. Incipit. Etsi à vestris iureconsultorum scriptis. Tradotto dal Bartoli con il titolo: Dell’amministrare la ragione.||
De commodis, et incommodis litterarum ad Carolum fratrem. Incipit. Laurentius Albertus parens. Si legge però nella biblioteca di Gesnero, che questo trattato sia stato stampato in Italia, ma quando e dove, non lo dichiara.||
Vita Sancti Potiti martyris.||
Tractatus Cifera inscriptus.||
Tractatus Mathematica appellatus.||
Libellus Statua dictus.||
De Musca.||
Oratio funebris pro cane suo. Incipit. Erat in more apud.||
Libellus Apologorum. Tutti tradotti, e stampati dal Bartoli.||
Chorographia urbis Roma antiquæ. Ne fà mentione Pocciantio nel catalogo de’ scrittori Fiorentini, come anche del seguente.||
Liber Navis inscriptus. L’accenna il Gesnero.||
Tre libri dell’economia. Scrive Filippo Valori che si conservavano manoscritti in casa sua. Il Pocciantio ne fà mentione.||


Varie opere di Leonbatista Alberti tradotte in lingua Italiana.

[p. xiii modifica]
L'architettura di Leonbatista Alberti, tradotta in lingua Fiorentina da Cosimo Bartoli gentilhuomo et accademico, con la aggiunta de’ disegni. In Firenze 1550. fol. et in Venetia 1565. 4., e l’istesso anno nel monte Regale. fol. con la pittura del medesimo Alberti tradotta per M. Ludovico Domenichi.||
La pittura di Leonbatista Alberti tradotta per M. Lodovico Domenichi. In Vinegia 1547. 8.||
Opuscoli Morali di Leonbatista Alberti gentilhuomo Fiorentino, tradotti e parte corretti da M. Cosimo Bartoli. In Venetia 1568. 4.||


Segue la lista di detti opuscoli.

Momo, overo del principe.||
De discorsi da Senatori, altrimenti Trivia.||
Dello amministrare la ragione.||
Delle comodità, e delle incomodità delle lettere a Carlo suo fratello.||
La vita di S. Potito.||
La Cifra.||
Le piacevolezze Matematiche.||
Della republica, della vita civile e rusticana, e della fortuna. Crederei che questo trattato sia stato Toscanamente scritto dall’Alberti, e l’habbiamo notato disopra.||
Della Statua.||
Della Pittura.||
Della Mosca.||
Del Cane.||
Cento Apologi.||
Hecatomfila.||
Deiphira.||
Queste due ultime opere non sono state tradotte dal Bartoli, ma le medesime che quelle di sopra si sono accennate sotto i titoli: de amore, et de remedio amoris, scritte in lingua Toscana dall’Alberti.||