Discussione:Eneide (Caro)

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Informazioni sulla fonte del testo
Eneide (Caro)
Edizione 
Eneide di Virgilio
nella traduzione di Annibal Caro,
Editore G. Barbèra, Firenze 1892
Fonte 
Sito internet Opal Torino
Tradotto da 
Annibale Caro
Primo contributo di  Qualc1
SAL 
SAL 75% 75%.svg (5 dicembre 2015)
  • Fonte: fonte indicata e attendibile
  • Completezza: testo completo
  • Formattazione: testo formattato correttamente
  • Riletture: testo da rileggere
Note La traduzione non è fedele all'originale, soprattutto relativamente ai versi 772-782, in quanto il traduttore volontariamente ha inserito un episodio delle satire dei villani.

Progetto di riferimento 
letteratura


Fonte[modifica]

Questa è la versione del 1592; credevo che l'introduzione fosse parzialmente illeggibile, ma il problema sembra essere limitato al frontespizio. Che ne dite? Tutt'al più vi sono altre edizioni, ma successive (dal 1603 al 1836) a quella linkata.--Barbaforcuta (disc.) 19:30, 27 feb 2012 (CET)