Don Giovanni/Atto Primo/Scena quindicesima

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto Primo

Scena quindicesima

../Scena quattordicesima ../Scena sedicesima IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Teatro

Atto Primo - Scena quattordicesima Atto Primo - Scena sedicesima

Leporello, poi Don Giovanni

Leporello

Io deggio ad ogni patto
per sempre abbandonar questo bel matto...
Eccolo qui: guardate
con qual indifferenza se ne viene!

Don Giovanni

Oh, Leporello mio! va tutto bene.

Leporello

Don Giovannino mio! va tutto male.

Don Giovanni

Come va tutto male?

Leporello

Vado a casa,
come voi m’ordinaste,
con tutta quella gente.

Don Giovanni

Bravo!

Leporello

A forza di chiacchiere, di vezzi e di bugie,
ch’ho imparato sì bene a star con voi,
cerco d’intrattenerli...

Don Giovanni

Bravo!

Leporello

Dico
mille cose a Masetto per placarlo,
per trargli dal pensier la gelosia.

Don Giovanni

Bravo, in coscienza mia!

Leporello

Faccio che bevano
e gli uomini e le donne.
Son già mezzo ubbriachi.
Altri canta, altri scherza,
altri seguita a ber. In sul più bello,
chi credete che capiti?

Don Giovanni

Zerlina.

Leporello

Bravo! E con lei chi viene?

Don Giovanni

Donna Elvira!

Leporello

Bravo! E disse di voi?

Don Giovanni

Tutto quel mal che in bocca le venìa.

Leporello

Bravo, in coscienza mia!

Don Giovanni

E tu, cosa facesti?

Leporello

Tacqui.

Don Giovanni

Ed ella?

Leporello

Seguì a gridar.

Don Giovanni

E tu?

Leporello

Quando mi parve
che già fosse sfogata, dolcemente
fuor dell’orto la trassì, e con bell’arte
chiusa la porta a chiave io di là mi cavai,
e sulla via soletta la lasciai.

Don Giovanni

Bravo, bravo, arcibravo!
L’affar non può andar meglio. Incominciasti,
io saprò terminar. Troppo mi premono
queste contadinotte;
le voglio divertir finchè vien notte.
Finch’han dal vino
Calda la testa
Una gran festa
Fa preparar.
Se trovi in piazza
Qualche ragazza,
Teco ancor quella
Cerca menar.
Senza alcun ordine
La danza sia;
Chi il minuetto,
Chi la follia,
Chi l’allemanda
Farai ballar.
Ed io frattanto
Dall’altro canto
Con questa e quella
Vo’ amoreggiar.
Ah! la mia lista
Doman mattina
D’una decina
Devi aumentar!
(Partono.)