Donne e Uomini della Resistenza/Rosa Mecarolo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Rosa Mecarolo

Nata a San Michele in Teverina di Civitella d’Agliano (Viterbo) il 6 marzo 1933, deceduta a San Michele in Teverina il 18 luglio 2010, insegnante, presidentessa onoraria dell’ANPI di Viterbo.

Col marito Angelo La Bella (che si era battuto nella Resistenza romana e che nel 1964 era subentrato a Palmiro Togliatti come deputato alla Camera, dopo la scomparsa del segretario del PCI), era sempre stata attiva nell’ANPI e ne aveva sempre accompagnato l’attività politica e pubblicistica. Con La Bella, infatti, aveva scritto monografie come Martiri viterbesi alle Fosse Ardeatine del 1995 e anche, nel 2003, Portella della Ginestra – La strage che ha cambiato la storia d’Italia. Dopo la scomparsa del marito, Rosa Mecarolo (che nel 2005 aveva pubblicato un libro di memorie sulla propria esperienza di insegnante, e che con Angelo La Bella aveva fondato nel Viterbese, dopo lo scioglimento del PCI, il Partito della Rifondazione Comunista), ha proseguito sino ai suoi ultimi giorni nell’attività pubblicistica e, soprattutto, nel suo impegno in difesa dei valori della Resistenza.