Donne e Uomini della Resistenza/Sergio Flamigni

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
IncludiIntestazione

26 luglio 2014 25% Da definire

Sergio Flamigni

Nato a Forlì il 22 ottobre 1925, dirigente del PCI.

Militante nella Gioventù comunista dal 1941, nel 1943 è entrato a far parte del Partito comunista e, dopo l'armistizio, ha partecipato alla Guerra di liberazione organizzando il Fronte della gioventù in provincia di Forlì. Flamigni è stato anche, durante la Resistenza, commissario politico della 29a Brigata Garibaldi GAP "Gastone Sozzi". Dopo la Liberazione è stato nominato, nel 1952, segretario della Camera del Lavoro di Forlì e, nel 1956, segretario della Federazione provinciale comunista forlivese. Eletto nel Comitato centrale del suo partito, nel 1960 Sergio Flamigni è diventato segretario regionale del PCI per l'Emilia Romagna. Parlamentare comunista dal 1968 al 1987, ha fatto parte delle Commissioni d'inchiesta sul caso Moro, sulla Loggia P2 e dell'Antimafia. Nel 1969 ha pubblicato, con Luciano Mazzocchi, Resistenza in Romagna, edito da "La Pietra", al quale sono seguiti numerosi saggi, (tutti pubblicati da Kaos edizioni) tra cui Trame atlantiche, Storia della Loggia massonica segreta P2 (1996); "Il mio sangue ricadrà su di loro", Gli scritti di Aldo Moro prigioniero delle Br (1997); Il covo di Stato (1999); I fantasmi del passato. La carriera politica di Francesco Cossiga (2001) e il recentissimo La sfinge delle Brigate rosse. Delitti, segreti e bugie del capo terrorista Mario Moretti .