Epistolario di Renato Serra/A Luigi Ambrosini - 28 settembre 1903

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
A Luigi Ambrosini - 28 settembre 1903

../A Luigi Ambrosini - 8 settembre 1903 ../A Emilio Lovarini - 23 dicembre 1903 IncludiIntestazione 31 luglio 2010 75% Lettere

A Luigi Ambrosini - 28 settembre 1903
A Luigi Ambrosini - 8 settembre 1903 A Emilio Lovarini - 23 dicembre 1903

Cesena, 28 settembre 1903.

Carissimo,

non pensar male per il lungo silenzio; volevo insieme ai ringraziamenti e rallegramenti per il gentile messaggio, mandarti anche una risposta a proposito della recensione sul "Cittadino"1; per la quale, non avendo io nessuna relazione col giornale, non sapevo da che parte rifarmi; finalmente ho trovato un collaboratore, mio amico, che dirà qualche cosa sul tuo volumetto2. Intanto tu, se vuoi, mandalo.

Dei tuoi versi non ti dico più nulla; se non che stampati mi sono sembrati, come accade sempre, anche più felici; ma tu di lodi non hai bisogno. Piuttosto, all’occasione, sappimi dire qualche cosa dell’accoglienza che van loro facendo i critici (ma son tanto tardi in questo bel paese ad accorgersi di una voce nuova!); e segui a lavorare così. Dei due lavori, di cui mi parli, io non saprei che dirti; se devi farlo a contro voglia, no; ma, avendone un poca, non lasciarla morire; che sarebbero, io credo, utili per lo sforzo di dover esser, che è così difficile, facile e puro, e insieme dilettoso e vago; e un mezzo non trascurabile di farsi nome. Sta’ sano e vogli bene al tuo amico.

Note

  1. "Il Cittadino, gionrale della domenica", uscì la prima volta a Cesena pei tipi del Biasini il 2 gennaio 1889, fondatore e direttore NAZZARENO TROVANELLI (31 agosto 1855 - 20 marzo 1915). Il quale nel n.53 del 31 dicembre 1911 dichiarava di lasciare la direzione del periodico, aggiungendo che non avrebbe più avuto ingerenza nella redazione e nella collaborazione. Le ventidue annate del periodico sotto la direzione del Trovanelli costituiscono una fonte preziosa per la storia di Cesena e di Romagna, e notevolissime vi sono pure le brevi recensioni, le noticine di bibliografia, lo spoglio delle riviste, la pubblicazione di lettere e documenti (cfr. G.GASPERONI, ne "La Romagna" del 1909, p. 103; del 1911, p.188; del 1913, p.81).
  2. Autore della recensione (Tra i libri: Intermezzo di LUIGI AMBROSINI, in "Il Cittadino", a.XV, n.41, 11 ottobre 1903) fu ERMANNO MAGALOTTI, un giovane maestro elementare di Cesena, morto già da parecchi anni, e che scriveva poesie. Sono suoi questi volumetti: Miniature, 1901; Liriche, 1906; Visioni e fantasie liriche, 1908. Di Miniature scrisse anche RENATO SERRA, e fu il suo primo saggio critico a stampa. Notevole nella recensione del MAGALOTTI, l’accenno a poesie inedite dell’AMBROSINI: Canzoniere del ciclista, di cui pubblica una breve saffica. Di tale Canzoniere non si ha, ch’io sappia, altra notizia.