Favole (Fedro)/Libro quinto/IL POETA

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Libro quinto: IL POETA

../V - Il Giullare, e il Villano ../VI - Due Calvi IncludiIntestazione 12 novembre 2011 75% Favole

Fedro - Favole (I secolo)
Traduzione dal latino di Giovanni Grisostomo Trombelli (1797)
Libro quinto: IL POETA
Libro quinto - V - Il Giullare, e il Villano Libro quinto - VI - Due Calvi
[p. 241 modifica]
IL POETA


MOlto da dir mi rimarrebbe ancora:
     Sì cotesta materia è ricca, e varia.

[p. 242 modifica]

     Ma fien grate, se parca man le doni;
     Se molte son, ci offendono le arguzie.
     5Per il che, coerede dabbenissimo,
     Nome, che vita avrà, finchè alcun pregio
     A le latine lettere rimanga,
     La brevità, se non l’ingegno, approva.
     Tanto di lode è degna, quanto noja
     10Hanno i Poeti di recar costume.