Favole di Esopo/Del Capretto, e del Lupo

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Del Capretto, e del Lupo

../Delle Lepri che temevano senza causa ../Del Cervo, e della Pecora IncludiIntestazione 30 dicembre 2017 100% Da definire

Esopo - Favole di Esopo (Antichità)
Traduzione dal greco di Giulio Landi (1545)
Del Capretto, e del Lupo
Delle Lepri che temevano senza causa Del Cervo, e della Pecora
[p. 172 modifica]

Del Capretto, e del Lupo. 129.


La Capra volendo andare a pascere serrò il Capretto in casa avvertendolo, che non aprisse a persona, alcuna, fin che ella tornava. Il Lupo avendo questo inteso, dopo che la Madre si partì, andò all’uscio e picchiò, e gridando come una Capra, comandò, che egli aprisse. Il Capretto vedendo l’inganno, non volle aprire, dicendo: Tu gridi come mia Madre, ma io veggio per la fissura, che tu sei il Lupo.

Sentenza della favola.

Moralità. È cosa utile al figliuolo obbedire al Padre, ed alla Madre, e al giovine s’acconviene obbedire al Vecchio.