Fiore/LXXXIX

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
LXXXIX

../LXXXVIII ../XC IncludiIntestazione 31 agosto 2009 75%

LXXXVIII XC

 
Falsembiante

 "I’ sì mi sto con que’ religïosi,
Religïosi no, se non in vista,
Che·ffan la ciera lor pensosa e trista
Per parer a le genti più pietosi;4

 E sì si mostran molto sofrettosi
E ’n tapinando ciaschedun a[c]quista:
Sì che perciò mi piace lor amista,
C[h]’a barattar son tutti curïosi.8

 Po’ vanno procacciando l’acontanze
Di ric[c]he genti, e van[n]ole seguendo,
E sì voglion mangiar le gran pietanze,11

 E’ prezïosi vin’ vanno bevendo:
E queste son le lor grandi astinanze;
Po’ van la povertà altrui abellendo.14