I pettegolezzi delle donne/Atto Primo/Scena VII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto Primo

Scena settima

../Scena VI ../Scena VIII IncludiIntestazione 29 maggio 2008 75% Commedia dell'Arte

Atto Primo - Scena VI Atto Primo - Scena VIII


Anzoletta sartora, e Catte.


Anzoletta
Oe, siora Catte, cara vu, insegnème dove che sta de casa siora Checca vostra zermana.
Donna Catte
Vardè, fia; andè zo per calle(), passè el ponte, vederè a man zanca() una corte; la xe la terza porta a man dretta.
Anzoletta
Grazie tanto.
Donna Catte
Cossa andeu a far da Checca?
Anzoletta
Ghe porto una vestina, che gh’ho fatto suso da niovo.
Donna Catte
Lassè véder mo.
Anzoletta
Vardè co bella che la xe.
Donna Catte
Oro? Oro, patrona? Povera sporca! Oro?
Anzoletta
Ve fe maraveggia?
Donna Catte
No voleu che me fazza maraveggia? E quel matto de mio zerman lassa che la fazza?
Anzoletta
La xe so fia, el ghe vol ben.
Donna Catte
Sì ben, so fia!
Anzoletta
Come! No la xe so fia?
Donna Catte
Oe, me prometteu de taser?
Anzoletta
Oh, mi no parlo! Savè che putta che son.
Donna Catte
Checca no xe fia de mio zerman Toni.
Anzoletta
Oh caspita()! De chi xela fia?
Donna Catte
Sentì... ma zitto, vedè.
Anzoletta
Oh, no ve dubitè.
Donna Catte
La xe una mula.
Anzoletta
Oh, cossa che me contè!
Donna Catte
Ve lo confido a vu, che so che sè una putta prudente...