I pettegolezzi delle donne/Atto Primo/Scena VIII

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
Atto Primo

Scena ottava

../Scena VII ../Scena IX IncludiIntestazione 29 maggio 2008 75% Commedia dell'Arte

Atto Primo - Scena VII Atto Primo - Scena IX


Facchino e dette.


Donna Catte
Oe, quel zovene, me faressi un servizio coi mi bezzi?
Facchino
Ve lo farò anca senza bezzi.
Donna Catte
Me porteressi sta cesta de drappi?
Facchino
Volentiera.
Donna Catte
Presto, andemo, perché ghe xe un lustrissimo che no se leva de letto, se no ghe porto la camisa da muarse. (parte col Facchino)
Anzoletta
Donca Checca no xe fia de paron Toni? La xe una... sior sì e ste cosse(); e Beppo la sposa, el me lassa mi per ella? E mi laorerò per una etecettera()? No vôi gnanca portarghe più sta vestina; se la la vol, che la la manda a tor; anderò a portar l’andrien alla lustrissima. Una sartora della mia sorte no serve quella sorte de zente. (parte)